Restrizioni addio, cosa è cambiato dopo il Covid-19? I dati di EscortA.com

Restrizioni addio, cosa è cambiato dopo il Covid-19? I dati di EscortA.com

Dal 2020 al 2022 il mondo delle escort è cambiato notevolmente. Ma, più in generale, nel mondo degli incontri. Perché sono cresciute sia le richieste nelle città piccole che anche le ricerche un tempo definite ‘al contrario’: il gentil sesso che cerca il sesso forte. Chiavi di ricerca come donna cerca uomo Verona sono schizzate verso l’alto.

In quei due anni è successo praticamente di tutto, tra pandemia mondiale, guerra, rincari, inflazione, disastri ambientali e chi più ne ha più ne metta. Ecco, però, cosa è cambiato nel corso del tempo.

C’era una volta il Green Pass

Alzi la mano chi si ricorda del Green Pass. Definito schedatura dai contrari e un utile strumento di contrasto alla pandemia per i favorevoli, questo strumento legislativo ha influenzato praticamente tutti. I portali come EscortA, tra l’altro il più importante in tema recensioni delle accompagnatrici, hanno assunto un ruolo notevole e, infatti, nel 2021 ben il 29% delle persone cercavano il pensiero altrui attraverso, appunto, le recensioni.

Addirittura, uno su cinque andava con escort solo se vaccinati e circa il 30% voleva che le escort dovessero avere il Green Pass. Inoltre, non mancavano persone che, almeno all’inizio, tenevano la mascherina per evitare il contagio. C’è da dire, però, che poco meno della metà delle accompagnatrici, sempre secondo i dati di EscortA.com, chiedeva all’epoca se le persone fossero vaccinate. Inoltre, per un periodo di tempo tante escort, nella biografia, dicevano se erano vaccinate o meno.

A cosa si fa attenzione adesso

E adesso? Beh, adesso la situazione è tornata quasi alla normalità. Alcune caratteristiche legate all’igiene personale, però, non sono passate di moda. Ad esempio, sempre secondo EscortA, i clienti vorrebbero delle foto meno taroccate e appariscenti ma più veritiere e, inoltre, impiegherebbero più tempo per trovare la escort rispetto a un tempo.

I motivi? Semplicemente perché vorrebbero trovarsi di fronte la stessa persona che hanno immaginato attraverso le foto e, poi, con i rincari che ci sono, non si possono spendere dei soldi per poi risultare insoddisfatto.

Ogni quanto si incontrano le escort

Tra il web che sta assumendo un ruolo sempre maggiore, tra il sesso in video dai contorni ancora tutti da scoprire, come avvengono gli incontri con le escort? Beh, magari complice i rincari e il costo della vita aumentato, sembra che sia scesa sotto il 5% la percentuale di persone che incontra le escort una volta a settimana e solo due su cento la incontrerebbero più volte la settimana. In ogni caso, però, aumentano le persone che andrebbero con le escort una volta all’anno, quasi come se volessero semplicemente trasgredire e non renderlo come un fatto abitudinario.

Almeno, questi sono i dati secondo EscortA.com ma, comunque, c’è da dire che questo è un settore in continua evoluzione e che, il più delle volte, riesce ad anticipare in maniera netta i tempi rispetto agli altri mondi. In attesa che il legislatore approvi delle normative adeguate.

Altri Articoli

Quali sono i social più utilizzati dagli adolescenti

Quali sono i social più utilizzati dagli adolescenti

Streetwear, storia di una delle mode più amate dai giovani

Streetwear, storia di una delle mode più amate dai giovani

Cosa rende speciali le microcar?

Cosa rende speciali le microcar?

IndyCar, IMS per creare una libreria di contenuti digitali con Imagen

IndyCar, IMS per creare una libreria di contenuti digitali con Imagen

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *